Il sogno mio di scienza

IL SOGNO MIO DI SCIENZA

 

Non ha riscontro

il sogno mio di scienza

che bruca e buca

e verminoso espande

di piaghe fetide

sulla mia terra arbosa

che prima era umettata

Oggi è cancrena

e scioglie di bavosa

tutte le pene

ch’erano speranza

di avvenirismo e pace

e di profumi

e i sogni miei

di correre sui laghi

di navigare

E Gianbattista Vico

lasciare la sua dolce creatura

pur di arrivare in fondo

che infonde lo sfondo

di fuochi e di bagliori

di lampi che ribaltano

le tenue oscurità

fatte di notte buia

di stupri e di miserie

ed altre cattiverie che non oso

E avrebbe dovut’essere

riposo.

Commenti chiusi