La materia ci osserva

La materia ci osserva

Sacro silenzio tienici impegnati

Il nostro duale ancora ci richiama

e mostra i luoghi oscuri della mente

dove le fogne imputridite e molle

cercano spazi vuoti negli affanni

Nel tuo vibrare inquieto

nel sogno dei templaria

lontano dai fedelia

Hanno più larga braccia

hanno nel cure il nero

Il falco in mezzo ai passeri crudeli

lascia la preda per volare in alto

dove può meditare più raccolto

la pace nel silenzio… nel piacere.

 

Commenti chiusi