APPENA CA ‘O SOLE TRAMONTA

Copertina la mia anima flegrea

APPENA CA ‘O SOLE TRAMONTA

 

‘O sole sta già tramuntanno
scennenno me pare
ca chiano
se vasa cu ‘o mare
ca russo p”o scuorno
pur’isso
se stenne e s’arape
pe farse vasà
P”o munno già scenne ‘o silenzio
‘o traffico è quase fernuto
poc’ate sò ‘a ggente
c’ancora se vede ‘e passà
Na machina nfaccia ‘a sagliuta
passanno
nu suono abbeluto
na seca me pare
se smovene ‘e ffronne
fernesce ‘e secà

   

Na sarracinesca s’acala sbattenno
quarcuno saluta
quarcuno sta jenno
se sperde
chest’ata jurnata
dà ‘o posto â nuttata
pe farme penà
Na chiorma ‘e guagliune
pazzeano âcchiappà
na mamma s”e chiamma
ca s’hanno ‘a lavà
Nu viecchio affacciato
se gode ‘a frischezza
nu cano già scava
pe dint”a munnezza
Che pace
che pace se sente
appena ca ‘o sole tramonta

   

Mo ncielo già luceno ‘e stelle
e ‘a notte cummoglia sta terra
ca lenta se sperde
pe l’eternità
Te scuorde d”a strata
d”o munno
d”a gente
d”a sarracinesca
d”o mare lucente
te scuorde d”e ccose
chiù semplice e belle
d”e ccose ch”e ditto
d”e ccose ch”e fatto
tu pure scumpare
sprufunne…antrasatto
Mill’anne ‘e paure che songo?
Che songo?
Che songo ‘e pparole
si ‘o sole dimane
nun torne a scarfà?

   

Viato a chi dorme
chi dorme e nun penza
chi dice ca sape
e nun sape ‘a do è nato
nun sape ca forze
è nu suonno sunnato
Io corro affannato
pe mmiez”a sti stelle
cercanno na stella
ca fosse pe mè
ma chello ch’è peggio
è chesta campana
ca vò sunà ll’ore
fino a dimane
Quanta turmiente
me mette int’ô core
stu cielo
appena ca ‘o sole tramonta.

Commenti chiusi